Oggi parleremo di quella che è forse la più importante tra le soft skills: l’empatia.

Ovvero la capacità di mettersi nei panni del nostro interlocutore.

Il termine “empSoft Skill: Empatiaatia” deriva dal greco antico, e significa letteralmente “sentire dentro”: empatico è quindi colui che è in grado di fare proprie le sensazioni e le emozioni dell’altro per poterlo comprendere a fondo, lasciando da parte qualsiasi giudizio o attitudine personale, sia positiva che negativa.
L’empatia non è semplicemente una capacità che appartiene al mondo della psicologia, ma ha una base fisiologica.
L’uomo e alcuni altri animali possiedono delle cellule cerebrali specializzate, i cosiddetti neuroni-specchio, che sono dedicate esclusivamente all’imitazione delle azioni altrui, e si attivano quando osserviamo un’altra persona compiere un’azione, anche senza che noi facciamo lo stesso. L’attivazione di questi neuroni è strettamente legata alla nostra capacità di comprendere come e perché un’altra persona agisce in un determinato modo. Secondo le ultime ricerche, anche alla nostra capacità di prevedere le azioni altrui “leggendo” a livello subconscio le emozioni dell’altro.
Secondo Ninjamarketing “esistono tre forme di sensibilità empatica: cognitiva, ovvero intuire cosa pensa l’altra persona e comprendere a fondo il suo stato d’animo, emotiva o affettiva, ovvero provare a fondo cosa sente l’altro e per ultima l’empatia compassionevole o preoccupazione empatica, che racchiude le caratteristiche degli altri due tipi e include la capacità di preoccuparsi di altre persone affinché stiano bene e siano soddisfatte.”

Come può l’empatia aiutarci nel mondo del business?

La risposta dovrebbe essere intuitiva. Una persona empatica sarà in grado di capire ed interpretare velocemente e correttamente le esigenze, i desideri e le emozioni altrui: in questo modo, potrà instaurare con gli altri relazioni più profonde.
Di conseguenza saprà comunicare in modo più efficace, chiaro e semplice. Raggiungere più rapidamente obiettivi che sono in sintonia sia con le proprie aspettative e i propri valori che con quelli degli altri.
L’empatia ci permette di capire rapidamente e realmente chi abbiamo di fronte, per poter personalizzare al meglio il messaggio che vogliamo trasmettere. Inoltre, ci aiuta ad assicurarci che in qualsiasi momento il nostro interlocutore, sia esso un cliente, un collega, un dipendente o un fornitore, si senta rispettato, valorizzato, stimato ed ascoltato. Infine, esercitare l’empatia significa riuscire a prevedere efficacemente le azioni e le reazioni del nostro interlocutore, modellando le nostre strategie e le nostre risposte di conseguenza.